Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Alla Corte Lombarda  1

Via De Amicis, 13
21020 Mornago VA
tel. 0331 904376
[email protected]

Alla Corte Lombarda

Appena arrivati a Mornago si percorrono una rete di piccole stradine che conducono al limitare dell’aperta campagna. A piedi ci si avvicina al ristorante incapaci di intuire le meravigliose promesse che la famiglia Cardani manterrà. Luoghi come il ristorante Alla Corte Lombarda riempiono di gioia l’anima con una semplicità e purezza difficili da spiegare e da condividere. La bellezza di questo posto emerge dall’umiltà e dalla profonda passione che tutti impiegano nella buona riuscita di ogni servizio. Aperto dal 1995 in un edificio
storico ristrutturato, in un’antica
casa di corte, questo piccolo ristorante risponde al desiderio di
Edoardo, capo famiglia e titolare,
di proporre una cucina personale,
 lontana da schemi e convenzioni,
 nella tranquillità di un paese di
quattromila abitanti. Perseverare, nell’intento di fare “una cucina senza tabù” significa ricercare i prodotti personalmente, evitando grandi distributori e prodotti industriali; significa provare nuovi sapori e profumi, andando a scoprire le eccellenze del territorio nascoste tra i piccoli produttori; significa lavorare senza tregua per amore di quello che si sta facendo. I tavoli di legno chiaro, i bicchieri colorati, il camino, il soppalco e le travi a vista, rendono il Ristorante Alla Corte Lombarda una piccola casa delle bambole a misura d’uomo, un vero gioiello di accoglienza.

Cosa si mangia

Continua ricerca e continue scommesse sono i motori che muovono la creatività della famiglia Cardani. La tradizione fa sicuramente la sua parte ma il desiderio di offrire ottimi piatti che siano anche sani ed esteticamente belli, spinge alla continua ricerca di materie prime di altissima qualità e all’autoproduzione di quasi tutto il cibo che viene consumato all’interno di Alla Corte Lombarda, come mostarde, confetture e dolci. Molto interessanti gli antipasti come la Millefoglie di Fassona con emulsione di tuorli al profumo di tartufo bianco o il petto d’anatra affumicato con spinacini, mostarda di arance e croccante salato. Tra i primi piatti spiccano gli spaghettoni alle alici, pesto della loro colatura, zafferano, pinoli e finocchietto, e il risotto allo zafferano, fegatini di volatili e marsala. I secondi sono molto elaborati e interessanti, essenza della sperimentazione della cucina Cardani come il carrè d’agnello in crosta di agrumi e pecorino, salsa al miele e peperoncino o il petto d’anatra Mulard caramellato al miele di spezie, salsa di arance, pepe rosa e zenzero.

Cosa si beve

La passione del titolare per i vini del nord Italia ha fatto si che la carta dei vini fosse principalmente improntata su di essi con etichette piemontesi, lombarde, trentine e venete. Accanto ad esse vini provenienti dalla Francia, dall’Austria e dalla Spagna. La carta delle birre interessante ed inu- suale propone anche una birra alle ciliegie da gustare calda!

Fiore all'occhiello

Per la prima visita Alla Corte Lombarda lo chef propone il menu “scoperta” per assecondare i gusti del cliente seguendolo nella scelta dei piatti, oppure il menu “carta bianca”, che va da un minimo di tre a un massimo di nove portate per instancabili mangiatori.

Titolare:
Edoardo Cardani

Chef:
Famiglia Cardani

Maitre:

Apertura:
a pranzo dal martedì alla domenica, a cena da martedì a sabato

Chiusura:

Ferie:
a fine agosto e inizio settembre, 
a inizio gennaio


Coperti:
30 all’interno, 8 esterni 
solo nel periodo estivo

Parcheggio:

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:
sì, di piccola taglia

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:
40 euro vini esclusi

Come arrivare

In auto provenendo da Varese usci- re dalla A8 all’uscita Azzate Buguggiate e proseguire su la SP 17 seguendo le indicazioni Mornago. In treno: scendere alla stazione Mornago

Comments are closed.

Nelle vicinanze

  • La storia del Ristorante La Cinzianella vede il suo principio nel 1966 quando Alfio Gnocchi e Luisa Locatelli, marito e moglie, decidono di aprire un ristorante »»

  • Non distante da Varese, “la città giardino”, si estende una splendida vallata, agiata su pendii che digradano dolcemente verso il lago, la Val Bossa. In questa terra, segnata da una storia feudale, fatta di ville e tradizione »»

  • Nella piazza centrale di Sesto Calende, sulle rive del Lago Maggiore, si trova il Ristorante La Biscia, ubicato in un palazzo che nel XIX secolo era adibito a locanda, ristoro di viaggiatori e mercanti »»

  • Bar, enoteca ed infine ristorante. È la parabola evolutiva del Menzaghi, aperto nel 1934 come caffè e rivendita coloniali (dopo avere funzionato come bazar da fine Ottocento), trasformato »»

  • Nella verde campagna della provincia di Varese, nel centro della cittadina di Tradate, è situato il Ristorante L’Armonica, un locale caratterizzato da un ambiente intimo e riservato, discreto ed elegante »»

«Advertisement»