Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Antica Osteria della Pesa  0

Strada comunale del Riglio
Località Scottina
29010 Cadeo PC
tel. 0523 504232 fax 0523 504260
[email protected]
www.relaiscascinascottina.it

Antica Osteria della Pesa

Amalgamare le tradizioni più diverse: è quello che fanno da sempre Claudio e Marco Cesena al Relais Cascina Scottina. Strudel o tortelli, canederli o “pisarei e fasò”, birra o bargnolino: loro - mamma bavarese e papà di Firoenzuola – sono cresciuti così, ritenendo un valore il confronto fra sapori anche in contrasto. Ed è ancora questo il primo comandamento nella cucina di Claudio, all’Antica Osteria della Pesa, ricavata, insieme alle 18 camere dell’hotel a 4 stelle, in un antico casale lungo la via Emilia. Un tempo qui trovavano riparo bergamini, casari e contadini. Oggi è l’indirizzo giusto per il ristoro di animo e corpo senza andar lontano dalla città. La storia di Claudio è - dal 2009 - anche in un libro, “Cuo Chi. Due anime in cucina”, mentre dal 2014 Cesena è socio di “Euro Toques Italia”: fondata da Gualtiero Marchesi, l’Associazione raggruppa i più importanti chef italiani. Lo scorso anno, poi, i due fratelli hanno concesso il “bis”, aprendo un secondo locale con affittacamere nel piacentino. Resta però alla “Pesa” il cuore di entrambi. 

Cosa si mangia

“Non servo né aria, né gelatine”, chiarisce chef Claudio. La sua missione è diffondere la cultura gastronomica regionale a livello internazionale e per farlo ha ripreso in mano il menu. Spiega così questa sferzata territoriale che recupera, in chiave artistica, la robusta tradizione dei luoghi a partire dai Pisarei e fasò. Mordere è la sintesi della nuova carta. Tanta stagionalità soprattutto nei ripieni delle paste fresche, nei risotti e nelle verdure. Più carne, perché il maiale da queste parti resta protagonista. Senza però rinunciare al pesce anche se, accanto alle crudità e a proposte più intense come le Code di gamberi rossi su crema di carote con acqua di liquirizia e porri fritti, non mancano ingredienti del territorio come il Timballo di baccalà con caponata, zabaglione alla senape e cornetto alla cenere con gelato di baccalà. Tante proposte senza glutine, il locale è socio dell’Associazione Italiana Celiachia.

Cosa si beve

Sono 800 le etichette in carta, fra locale e globale, la scelta è vasta con qualche chicca da Nuova Zelanda e Slovenia. Ricca la selezione di bollicine, italiane ed estere. Grande attenzione però è riservata anche al territorio, accostando piccoli produttori di nicchia a “evergreen”, sia bianchi sia rossi, che ben si accompagnano alle scelte in cucina. Ampia la selezione dei distillati.  

Fiore all'occhiello

Sentirsi fuori dalle ansie del mondo, pur restandone al centro: la cura dei dettagli, l’accoglienza calda e l’abbraccio della natura fanno del relais una vera oasi metropolitana. 

Titolare:
Marco e Claudio Cesena.

Chef:
Claudio Cesena

Maitre:
Marco Cesena e Margherita Poggioli

Apertura:
a pranzo 12-14, a cena 20-22

Chiusura:
sempre aperto

Ferie:
24 e 25 dicembre, 1°gennaio, una settimana d’estate

Coperti:
50 all’interno e 150 all'esterno

Parcheggio:

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:
60€, vini esclusi

Come arrivare

Dalla A1 uscire a Piacenza Sud, pro- seguire in direzione Parma lungo la via Emilia fino a Pontenure (9 chilometri). Attraversare l’abitato fino ad un piccolo ponte sul fiume ed imboccare la strada (del Riglio) verso sinistra (per Saliceto). L’ingresso al Relais è 500 metri più avanti, oltre due arditi cavalcavia.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»