Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Hostaria del Tempo Che Non C’è  0

Via Griona, 3
27029 Vigevano PV
tel. 0381 575618
[email protected]
www.iltempochenonce.it

Hostaria del Tempo Che Non C’è

A nove mesi piangeva nel passeggino davanti a un colapasta, tuttora appeso nel ristorante; a 5 anni preparava il sugo al pomodoro per mamma e papà; da grande scelse, senza colpi di scena, la Scuola Alberghiera. Anche il 28 giugno 2012 rimarrà una data fatidica per Alessandro Vittorio Modica. Quel giorno aprì il suo primo ristorante, nel centro di Vigevano, la (ex) capitale mondiale delle calzature, a due passi da Piazza Ducale. Durante i decenni andati questa era la zona dedicata alla ricerca di libero amore e c’è ancora chi mormora che le più
importanti cariche civili e religiose
 si dessero appuntamento proprio
da queste parti per discutere le
importanti scelte politiche da trasmettere alla popolazione. Chissà... Di certo, tempi andati e felici
per questo ambiente che era bar.
Modica l’ha trasformato in locale dalla rustica raffinatezza ed il consueto pizzico di autoironia attraverso l’utilizzo di tavoli e sedie in legno massiccio, posate più grosse del dovuto, pareti arredate con vecchi portoncini, travi a vista sul soffitto, accostamenti cromatici piccanti, ruote di carri, ferri da stiro, martelli da fabbro, tenaglie, oggetti da collezionismo di robe vecchie, radio, il bancone ricavato da un unico tronco. Poi fotografie di piatti e composizioni irreali in un crescendo di realizzazioni sarcastiche e fittizie. Perché la vita bisogna prenderla sul serio e la cucina è la parte più impegnativa della vita...

Cosa si mangia

Prima di aprire la sua elegante osteria nel centro di Vigevano, Alessandro Modica ha frequentato alcune delle più importanti cucine da cui ha ereditato, elaborandola con piglio personalissimo, la grande capacità di avvicinare ingredienti che solitamente e apparentemente non sarebbero compatibili. Tuttavia l’assemblaggio avviene secondo inaspettati rapporti armonici finali. Nascono così i tagliolini con cacao, bacon, scalogno e peperoncino ed il filetto di branzino con funghi porcini. Altrove l’istinto lo porta a sperimentare accostamenti più... naturali come nel cestino di prosciutto cotto e patate su crema di erba costa, nella porchetta di coniglio con ripieno di salsiccia e zenzero, o nel filetto di maiale rosato con confettura di cipolle rosse e ancora nei dessert come la crepe con purea di mele e cannella in crema chantilly. Non mancano proposte di piatti tradizionali il cui spunto spazia dal nord al sud della Penisola, dal brandacujun con paté d’olive Taggiasche, al pesce spada alla ghiotta. Il menu peraltro cambia almeno una volta al mese e seguirne l’andamento è il modo migliore per interpretare l’evoluzione di questo istrionico e simpatico cuoco-personaggio.

Cosa si beve

Breve, apprezzabile, valida la proposta delle etichette dove si concentrano vini piemontesi, veneti, dell’Oltrepò ed umbri. La scelta avviene dopo necessari e ripetuti assaggi una volta individuate le preparazioni da proporre ai clienti. Alcune proposte di birre artigianali ed una vasta scelta di tipologie di caffè.

Fiore all'occhiello

L’idea in più del ristorante è l’approccio ad una cucina che utilizza ingredienti riproposti in ma- niera alternativa, strumento per esprimere la propria personalità. Il tutto in un ambiente di gradevole, rustica eleganza.

Titolare:
Vittorio Alessandro Modica

Chef:
Vittorio Alessandro Modica

Maitre:

Apertura:
serale; la domenica anche a pranzo

Chiusura:
mercoledì


Ferie:
le due settimane centrali d’agosto

Coperti:
40

Parcheggio:
no

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte tranne American Express

Prezzo medio:

Come arrivare

dal capoluogo imboccare la SP 193 e, da qui la SP 206 in direzione Vigevano. Il locale si trova nel centro storico, non distante dalla chiesa di San Francesco.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

  • Nel cuore di Pavia, nei pressi del Castello Visconteo, sotto un portico d’epoca di indiscutibile bellezza, si trova il ristorante-enoteca-winehouse La Korte dei Sapori Persi, un locale ampio e spazioso, curato nell’arredamento e nei dettagli, adatto ad una cena in compagnia o di coppia. Ruben e Rita Citarella, proprietari di questa enoteca ristorante dal 2006... »»

«Advertisement»