Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Il Cappellaccio Matto  0

Via Strada Zerbina 5
44020 Medelana FE
tel. 0533 651125 - cell. 392 1684572
[email protected]
www.ilcappellacciomatto.it

Il Cappellaccio Matto

“Perchè un piatto è come uno scrittoio?”. Potremmo incominciare da questo indovinello parafrasando il celebre quesito, “Perchè un corvo è come uno scrittoio?” che il cappellaio matto pone ad Alice, la protagonista del libro “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll. Per cercare una soluzione risaliamo ad un antico casale sorto verso il 1800 nelle campagne ferraresi, precisamente a Medelana. Ha luogo qui il ristorante e locanda Il Cappellaccio Matto; dal sapore rustico ed accogliente è  suddiviso in quattro sale, pensate per concedere l’intimità necessaria e al contempo la spazialità per i momenti conviviali. L’ampio giardino esterno con piscina è circondato da alberi da frutto, gli stessi dai quali lo chef  Maximiliano Veronesi prende gli ingredienti necessari per la sua cucina, dove i sapori della tradizione incontrano la letterarietà di una storia raccontata con amore e passione, la stessa che lega il viaggio di Alice nel paese delle meraviglie in compagnia del Cappellaccio matto.

Cosa si mangia

I buoni sapori della tradizione qui sono di casa e sono le stagioni a dettare il gusto e la scelta del menù. La storia della cucina ferrarese, incarnata dai vari premi nazionali per il migliore tortello di zucca vinti dallo chef  Maximiliano, designano un rispetto per le tipicità alle quali si accompagna l’estro e la innovazione. Cannoncini croccanti di zucca e zenzero con crema di reggiano, ristretta di aceto balsamico e brustolini speziati, a seguire Gnocchi di patate con Anguilla a becco d’asino e pecorino di fossa o un secondo di carne quale il Maialino al latte croccante glassato alla soia e arancia. Pinzini senza strutto tirati a mano con salumi. Il ricordo della nonna e del suo Pollo all’Abissina con chips di patate ritorna nel menù ed è una personale rivisitazione dello street food. Bavarese di Pampato con cuore morbido all’arancia. C’è spazio per i vegetariani ed i vegani, su richiesta anche un menù per celiaci. 

Cosa si beve

Il maitre e moglie dello chef, Anna Romagnoli, predilige lasciare spazio ad una buona bevibilità dei vini proposti, creando accostamenti dove un Refosco DOC 2012 della cantina friulana Vigna Petrussa si sposa con passatelli su crema di zucca e tartufo di Mesola. Vini siciliani come il Syrah Sole di Sesta 2009 della cantina Cottanera e il Piemonte di un Nebbiolo Langhe DOC 2012 della Cà Bianca.

Fiore all'occhiello

La capacità di regalare emozioni: dal sorriso di chi accoglie in sala, alla cucina in grado di coniugare tradizione e innovazione in piatti che soddisfano i cinque sensi.

Titolare:
SarAnna srl

Chef:
Maximiliano Veronesi

Maitre:
Anna Romagnoli

Apertura:
solo a cena, pranzo solo domenica e festivi

Chiusura:
mercoledì

Ferie:
10 giorni nel mese di Gennaio

Coperti:
75 posti all’interno, 180 all’esterno

Parcheggio:
privato

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:
30 euro

Come arrivare

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»