Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


La Supa  0

Via Cavour 8
44034 Copparo FE
tel. 345 6108008
[email protected]
www.lasupa.com

La Supa

Sorge nel centro storico di Copparo, in quello che una volta era il ristorante “Da Flip”, la trattoria La Supa, la zuppa nel dialetto ferrarese, regina della proposta di questo locale. E’ questa la nuova vita di Michele Raccuia, torinese di padre siciliano e madre pugliese, che con la sua compagna Federica Celoria decide di ricominciare a vivere qui dove è oramai uno del posto. Creano un luogo intimo dove la tradizione culinaria italiana compie giravolte, il tempo riprende esattamente da quando lo chef Michele Raccuia a 8 anni prepara il suo primo profiterol, una passione quella per la buona cucina, sempre accarezzata e desiderata senza mai divenire realtà fino a febbraio del 2014, quando tutto prende forma. Un ritorno all’amore per la cucina fatta di zuppe reinventate con brio e fantasia, la Puglia e gli agnolotti torinesi, si sposano in menu dove terra e mare incontrano e creano un connubio fatto di rispetto e umiltà nei confronti della tradizione emiliana, senza per questo dimenticare la ricerca dei sapori.

Cosa si mangia

La cucina dello chef Michele Raccuia è un divertimento continuo nel quale gli occhi e il palato trovano una giusta corrispondenza. Dalle sfiziose “apericene”che uniscono il rito dell’aperitivo alla cena, il menu a pranzo è composto dal monopiatto dove sono i clienti a fornire gli elementi che andranno a realizzare la loro pietanza affidandosi alla fantasia dello chef. Uno dei tanti modi di giocare, tra cromatismi e abbinamenti, è la Supa di funghi con salamella oppure quello che vede la Zucca sposarsi alle vongole veraci. Un delicato antipasto con Scampi fiammati con dadolata di zucchine e carote croccanti, potrebbe diventare un preludio agli Spaghetti fatti a mano con alici, bottarga e pane tostato, un secondo di Calamaro con radicchio alla griglia. Gli Agnolotti del Plin con sugo d’arrosto e Tartare di Fassona battuta al coltello con salsa francese a base di senape. Per finire Tart Tatin, con mele, pasta brisè e gelato fiordilatte.

Cosa si beve

Nella carta dei vini sembra essere chiara la tendenza a creare un’alternanza di contrasti tra vini ben strutturati come un Sangiovese Superiore Doc e la profumata gamma di profumi di un pinot bianco Nails Margreid abbinato a Calamari fiammati. Tra le cantine nomi importanti ed eleganti quali Collio Felluga, Drei Donà e La Tunella.Vi è inoltre una nutrita selezione tra grandi nomi di distillati.

Fiore all'occhiello

Un luogo elegante e raffinato dove potersi incontrare, condividere buona musica jazz, nell’arte del gioco tessuta ad hoc nella cucina sempre raffinata ed intrigante.

Titolare:
Federica Celoria

Chef:
Michele Raccuia

Maitre:

Apertura:
pranzo martedì e venerdì, cena dal lunedì al sabat

Chiusura:
domenica

Ferie:
settimana di ferragosto

Coperti:
35

Parcheggio:
no

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
Mastercard, Visa, Bancomat

Prezzo medio:
40 euro

Come arrivare

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»