Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Locanda dei Salinari  0

Via XX Settembre, 67
48015 Cervia RA
tel. 0544 971133
[email protected]

Locanda dei Salinari


La cornice è quella del centro storico di Cervia, una chicca sull’Adriatico. Qui, proprio dietro la piazza centrale dove un tempo abitavano i lavoratori delle celebri saline, c’è la Locanda dei Salinari. La gestione di Gianni Berti – lo chef – e Barbara Sirri si prepara a tagliare il traguardo del decennale (il locale è stato preso in mano dai due ristoratori nel 2005) e per questo appuntamento si presenta con alcuni cambiamenti estetici: i colori sono stati alleggeriti, il tovagliato è più semplice e informale, nella zona bar dove prima c’era un salottino ora trovano spazio tre tavoli. Piccoli ritocchi che rendono l’ambiente ancora più piacevole: nelle due sale – intime e raffinate – si possono degustare sia piatti di pesce che di carne. Nel menu invernale è stata potenziata la proposta di selvaggina, prodotto identificativo della Locanda. Gianni riserva una grande attenzione alla materia prima, con un occhio di riguardo al territorio. Su richiesta gustose proposte vegetariane, vegane e anche preparazioni senza glutine.

Cosa si mangia


La selvaggina del territorio – sia di piuma che di pelo – è sempre presente in menu e durante l’inverno le proposte si moltiplicano. Gustoso il Bocconcino di capriolo in casseruola con polenta, contrasti interessanti nel Petto di germano affumicato servito con pan brioches e salsa ai lamponi. I primi - così come il pane, i grissini e la piadina – sono tutti fatti in casa. Simbolo della Locanda il passatello: a seconda delle stagioni variano gli abbinamenti, con carciofi e mazzancolle è un bel matrimonio. Sui secondi di pesce si sta facendo strada il baccalà: servito su un pavè di patate con cipollotti brasati e pesto di olive, oppure con una crema di broccoletti e pomodorini arrostiti. Sui dolci, oltre alle proposte tradizionali, l’offerta si sta ampliando verso nuovi sapori. Da provare il Canederlo di ricotta con pere e salsa al vin brulè. Al ristorante vengono ospitate cene a tema dell’associazione Terra e Cibo.

Cosa si beve


Con una cucina che sta esplorando nuovi lidi, anche la carta dei vini è in costante aggiornamento. L’offerta si è ampliata, abbracciando circa 150 etichette. Gianluca Belletti, il sommelier, ha puntato ad inserire qualche rosso nuovo, importante, da abbinare alla selvaggina e poi è stata implementata la sezione dedicata alle bollicine. La cantina guarda anche ai vini biodinamici.

Fiore all'occhiello


L’esperienza di Gianni al vostro servizio. Il patron della Locanda, infatti, organizza corsi di cucina e si presenta anche a domicilio per prepararvi una gustosa cena.

Titolare:
Gianni Berti e Barbara Sirri

Chef:
Gianni Berti

Maitre:
Sommelier Gianluca Belletti

Apertura:
Aperto a pranzo e a cena

Chiusura:
mercoledì e giovedì (in inverno), mercoledì e giovedì a pranzo (in estate)

Ferie:
variabili

Coperti:
50 all’interno, 20 all’esterno

Parcheggio:
pubblico nelle vicinanze

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:
Sì, di piccolissima taglia.

Carte di credito:
Tutte eccetto America Express e Diners Club

Prezzo medio:
45 euro, vini esclusi

Come arrivare


Dalla A14 uscire a Cesena e proseguire per Cervia, in direzione centro

Comments are closed.

Nelle vicinanze

  • Un legame che annoda la passione per i vini ed i frutti del mare, così potrebbe prender forma in estrema sintesi il sentiero che conduce all’anima del ristorante Al Porto... »»

  • Un’oasi di pace e serenità a due passi dal mare e da Milano Marittima, dove far assaporare agli ospiti i piaceri della buona cucina e della convivialità... »»

  • E’ un locale tutto da scoprire, che a prima vista potrebbe ricordare un bistrot francese. Spazi che nemmeno ti aspetti si aprono dietro una porta o al termine di una passerella esterna adiacente alla cucina... »»

  • In pieno centro a Ravenna, in una corte con una porta d’ingresso del 1700, adiacente al giardino della villa dei conti Pasolini dall’Onda, ha aperto il ristorante Corte Cabiria: uno spazio veranda inondato dalla luce... »»

  • Una tradizione che inizia nel 1979, come il titolo di una famosa canzone degli Smashing Pumpkins, con il Ristorante Tre Spade e si protrae sino ad oggi con l’Osteria del tempo perso. Un’amicizia e un sodalizio professionale... »»

«Advertisement»