Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Ocabianca Osteria  1

Via Bergamo, 4A
24048 Curnasco di Treviolo BG
tel. 331 3320540
[email protected]
www.ocabiancaosteria.it

Ocabianca Osteria

Sbaglia chi pensa che questa sia l’ennesima riedizione di simulate osterie, con poco o nessun interesse alla mescita di buone ed esigenti bottiglie, e dietro un nome tanto familiare e tanto ricercato da noi italiani si nasconda un locale frivolo e solo modaiolo. Osteria! Bella espressione densa di gradimento e sorpresa, in queste terre che sanno ancora di Venezia. Oca bianca: leggiadro e caldo animale, al pari delle pareti interne della villetta, un locale dai colori tersi e dalle forme geometriche lineari, accoglienti e piacevoli. La calda
 familiarità e l’allegria con cui i due
 proprietari si intrattengono e cu
rano i clienti è l’altro aspetto che 
rende felice qui l’utilizzo del ter
mine osteria. Il benvenuto con il
 motto “Cuciniamo con amore” è
 solo la promessa di un percorso 
all’interno di un luogo fatato dallo spirito Provenzale, dove più di ogni altra cosa si persegue e vale, non solo la soddisfazione degli ospiti, ma la genuinità e la qualità delle pietanze proposte in carta. Anche questa è la ragione dei soli 12 tavoli, ben distanziati; anche questo è il motivo che spinge i titolari a spese pressoché quotidiane e alla selezione di materie prime di grandissima qualità. Garantire cioè l’arrivo della freschezza in tavola, la bontà di una cucina espressa, elaborata attraverso la passione e la fantasia di Marcello e Francesca.

Cosa si mangia

All’Ocabianca i piatti sono semplici e sono pensati con il criterio di interpretazione della cucina territoriale che varia con il ritmo delle stagioni. I piatti sono incorporati nella lista (e ne vengono esclusi) con grande frequenza in base alle disponibilità di mercato delle materie prime. E dove il pane, le paste e i dolci vengono preparati a mano ogni giorno con piglio personale: gli scarpinocc (la pasta ripiena) tradizionalmente proposti con burro fuso e salvia, qui si trovano conditi da fonduta di parmigiano; lo strudel è salato con radicchio tardivo e guanciale e servito con vellutata di Gorgonzola DOP; le tagliatelle di grano saraceno vogliono castagne e lardo fondente, mentre la polenta viene abbinata a uova, taleggio di baita e al tartufo nero di Bracca. Le carni sono in prevalenza di razza Piemontese, specie alla griglia. Tra i piatti ittici, non molti in verità, più gettonati la piovra arrosto con verdure croccanti. Capitolo a parte i dolci dove la crostata di mou e noci, il tiramisù in barattolo e la sbrisolona sono i più richiesti dal pubblico.

Cosa si beve

L’Ocabianca propone un repertorio di vini molto importante che comprende una accurata selezione di circa 90 etichette, scelte con cura per rappresentare al meglio il territorio italiano.

Fiore all'occhiello

L’Ocabianca spicca il volo là dove molti si infossano: la semplicità e l’essenzialità che diventano vanto e ricchezza della tradizione lombarda, pardon nazionale.

Titolare:
Marcello Donizelli e Francesca Milazzi

Chef:
Marcello Donizelli e Francesca Milazzi

Maitre:

Apertura:
dal martedì alla domenica a pranzo

Chiusura:
domenica sera e lunedì

Ferie:
nel periodo di agosto

Coperti:
30

Parcheggio:

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:
su richiesta

Carte di credito:
tutte tranne American Express

Prezzo medio:

Come arrivare

All’uscita dell’autostrada a Bergamo prendere la tangenziale Lecco-Como uscita Treviolo. 1 Km dal nuovo ospedale di Bergamo.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»