Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Osteria del Norcino  0

Via Colorno 127
43122 Parma PR
tel. 0521 607212
[email protected]
www.osteriailnorcinoparma.com

Osteria del Norcino

Il nome di questo ristorante che ancora si fa chiamare, con vezzo, Osteria è già una dichiarazione d’amore per il territorio e il suo protagonista: il maiale. “E poi - ammette Remo Castaldello – una volta entrato nella mente, non si scorda più”. Potenza del marketing e di un brand, è lui il “norcino” di quest’angolo di bassa emiliana. E pensare che questa era una posta settecentesca di cavalli, lungo la via per Colorno. Ambienti ampi, mattoni a vista, i colori della terra: il restauro del luogo, durato due anni, è stato filologico pur con una punta di estro, grazie a quadri che hanno per soggetto, neanche a dirlo, sempre l’ispido quadrupede, incoronato anche in questi dipinti come re del territorio. Il “core business” del locale non potevano che essere le carni, alla griglia o al forno, i salumi e la cucina parmigiana, sia con gli antipasti sia con i primi della tradizione. La ricerca continua della qualità è la missione di Remo: “La materia prima è buona, ma l’eccellenza è un’arte che va coltivata con pazienza”.

Cosa si mangia

In carta, accompagnati dalla Torta fritta, ci sono tutti i Salumi del territorio, dal salame Felino, al culatello di Zibello, dallo strolghino (salame piccolo e giovane ottenuto con le rifilature del culatello ndr) alla spalla cotta di San Secondo, con una digressione per includere nella golosa lista anche la coppa piacentina.  Il maiale nero e il Carpaccio wagyulem ( tipo kobe giapponese ndr) sono le particolarità di una carta che è garanzia di ricercatezza. Sulla griglia finisce a rosolare il meglio delle carni italiane, e dall’estero angus, bufalo e bisonte, mentre al forno pensano gli antichi ricettari delle “rezdore” (le emiliane casalinghe ndr) a custodire la genuinità delle proposte, dalla Punta di vitello ripiena allo Stinco. Qui si viene però anche per le paste che a Parma fanno rima con Tortelli, di erbetta, zucca o patate. Fra i dolci, il Norcino propone la sua versione di Mousse al bacio di parma, con briciole di mandorle.

Cosa si beve

La cantina del Norcino è un ambiente suggestivo adatto anche alle degustazioni. Fa da scrigno a 300 etichette. Il territorio si esprime attraverso una vasta scelta di lambrusco e malvasia. Poi la carta spazia toccando perfino Cile, California e Australia. Calibrata la selezione di Champagne, spumante e prosecco per assecondare la voglia di bollicine tipica del territorio. 

Fiore all'occhiello

Un laboratorio per la realizzazione della pasta, e le carni di grandissima qualità e tracciabilità. Una scelta di qualità costosa, che punta dritto al benessere del cliente che sarà ospitato in Osteria.

Titolare:
Remo Castaldello ed Elisabeth Wenger

Chef:
Maria Luisa Bonati, Anna Maria Mora, Carmine Cinque

Maitre:
Massimiliano Lombardi

Apertura:
a pranzo 12.00 -14.30, a cena 20.00 -22.30

Chiusura:
sabato a mezzogiorno e domenica sera. Da maggio a settembre chiusi anche domenica a pranzo

Ferie:
24, 25 dicembre, 1°gennaio, due settimane in agosto

Coperti:
90 all’interno, 30 all’esterno

Parcheggio:

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte tranne Diners Club

Prezzo medio:
: da 30 a 50 euro, vini esclusi

Come arrivare

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»