Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Osteria del Tempo Perso  0

Via Gamba 12
Ravenna
48100 Ravenna RA
tel. 0544 215393
[email protected]
www.osteriadeltempoperso.it

Osteria del Tempo Perso




Una tradizione che inizia nel 1979, come il titolo di una famosa canzone degli Smashing Pumpkins, con il Ristorante Tre Spade e si protrae sino ad oggi con l’Osteria del tempo perso. Un’amicizia e un sodalizio professionale quello tra lo chef Sivio Piccari e Massimo Serena Monghini, maitre e maestro di cerimonia, che si allunga per molti lustri dando vita a questo ristorante a pochi passi dal Mausoleo di Galla Placidia, nel centro storico della città di Ravenna. Un luogo caldo e appartato in legno rustico tra fotografie in bianco e nero (scattate da Massimo Serena Monghini, grande appassionato di fotografia e musica), bottiglie di annate magiche e libri. Qui dentro ogni cosa sembra voler raccontare una storia ed è ovviamente la cucina il fil rouge che lega lo storytelling, l’arte di narrare che la cucina raffinata e intrisa di tradizione di Sivio Piccari, restituisce al tempo che in Via Gamba si ferma solo un attimo per lasciare lo scorrere delle lancette ed abbracciare l’antico piacere di sedersi a tavola.

Cosa si mangia




E’ sotto la luce calda delle lampade stile liberty che viene svelata la vera vocazione ai profumi del mare della cucina dello chef Sivio Piccari, senza trascurare la tradizione che lo ha visto premiato nel 2010 da Slow food per il miglior Cappelletto in brodo di cappone. Nell’antipasto di mare Gamberi avvolti in pasta kataifi con tortino di riso nero e crema di pomodoro e arancio. Il Risotto all’astice con riduzione di crostacei, eccelle per delicatezza ed equilibrio. Nel menu di terra, Filetto di maialino farcito alle prugne con salsa di mele e arance si confronta con un Petto d’anatra con pere e salsa al cassis. Il Fritto misto di pesce e verdure alla julienne, si distingue per la sua fragranza ed è uno dei vanti della cucina oltre ad essere ricercata prelibatezza, oggetto delle attenzioni della clientela straniera e non. In chiusura, per i più golosi, Terrina ai tre cioccolati, mousse con tre diversi tipi di cioccolato.

Cosa si beve




Una cantina corposa composta da oltre trecento etichette in carta, tra cui emerge una predilezione per i vini rossi dell’Emilia Romagna e del Piemonte oltre ad una attenzione per tutte le regioni italiane senza tralasciare un importante capitolo dedicato alle bollicine. Si aggiunge una selezione di vini francesi, austriaci, tedeschi e perfino dalla Nuova Zelanda; vini dolci da dessert e distillati d’annata.

Fiore all'occhiello




Il sapore delle stagioni e il pescato fresco abbinati ad una cucina dove creatività ed esperienza donano ogni volta un momento piacevole di convivialità nel tempo ritrovato.

Titolare:
Massimo Serena Monghini e Sivio Piccari

Chef:
Sivio Piccari

Maitre:
Massimo Serena Monghini

Apertura:
a cena tutti i giorni, a pranzo solo sabato, domenica e festivi

Chiusura:
mai

Ferie:
mai

Coperti:
44 in interno, 10 all’esterno

Parcheggio:
in piazza Baracca e piazza Kennedy

Struttura accessibile:
Si

Accoglienza animali:
Si

Carte di credito:
Mastercard, Visa, American Express e Bancomat

Prezzo medio:
40 euro, vini esclusi

Come arrivare




Dall’A14 prendere indicazioni per Ravenna, uscire a Ravenna centro sulla via Faentina, percorrerla tutta, al semaforo girare a destra, poi la prima sinistra, parcheggiare e proseguire a piedi.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

  • In pieno centro a Ravenna, in una corte con una porta d’ingresso del 1700, adiacente al giardino della villa dei conti Pasolini dall’Onda, ha aperto il ristorante Corte Cabiria: uno spazio veranda inondato dalla luce... »»

  • Quel pub a forma di sottomarino era la metafora perfetta per un viaggio alla scoperta del mare. E così, tre anni fa, Matteo Salbaroli non si è fatto scappare l’opportunità e in centro a Ravenna... »»

  • Un’oasi di pace e serenità a due passi dal mare e da Milano Marittima, dove far assaporare agli ospiti i piaceri della buona cucina e della convivialità... »»

  • Una Factory della cucina di stampo “wharoliano” tra le stradine strette delle campagne di Russi? Questo il progetto restaurant Madrara 11 nato dalla mente di due professionisti, Danilo Pavone e Daniele Vertemati, funamboli delle idee e cultori dei sapori internazionali... »»

  • Veranda a vista sul porticciolo, un servizio impeccabile, ma soprattutto pesce freschissimo, questi sono i punti di forza de La Capannina che propone una cucina originale a base di solo pesce. Irvin Zannoni, il cuoco, fa questo mestiere da quando era un ragazzino... »»

«Advertisement»