Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Osteria della Buona Condotta  0

Via per Cavenago, 2
20060 Ornago MB
tel. 0396 919056 fax 0396 919677
[email protected]
www.osteriabuonacondotta.it

Osteria della Buona Condotta

Nicoletta Rossi e Matteo Scibilia sono nati sotto tutt’altro segno professionale, ma una volta assecondata la passione per l’enogastronomia hanno ceduto, aprendo le porte della Buona Condotta a tutti coloro che da sempre gli consigliavano di aprire una propria attività. La Buona Condotta è golosa creatività. Nicoletta e Matteo arrivano in Brianza nel 1993, ma è solo nel luglio 1999 che aprono la loro Osteria ad Ornago, territorio fecondo con lo sguardo rivolto alla valle dell’Adda. Lui grande ricercatore di cose buone che sa esaltare in
 ogni creazione con un occhio di 
riguardo per i formaggi, lei attenta 
curatrice della carta dei vini e con 
il debole per i dessert. Una coppia 
affiatata con una passione comune: il vino. In questo cascinale d’inizio Novecento, costruito in stile 
lombardo, hanno saputo ricreare un ambiente accogliente e delicato che in pochi anni si è fatto strada tra gli amanti della buona tavola e di chi sa cosa significa stappare una buona bottiglia di vino. Il resto lo ha fatto il passaparola grazie all’amore per il proprio lavoro, alla rara dote di Matteo che sta nell’approfondire la conoscenza di tutto ciò che lo interessa (ricercatore gastronomico diremmo), alla naturale simpatia dei due coniugi e al rispetto per l’identità di un territorio attraverso la tavola. Matteo e Nicoletta hanno conquistato tutti, per serietà e rigore.

Cosa si mangia

Matteo Scibilia è pugliese, Nicoletta milanese. Le pratiche alimentari della propria terra lo hanno aiutato ad avere elevato rispetto per la materia prima, di altissimo livello ovviamente; tuttavia è ispirato a proporre piatti della cucina lombarda tradizionali e di grande fascino. Ecco allora sfilare trippe, risotti, ossobuco, costoletta alla milanese alta e con l’osso, i bolliti. Ma durante l’anno non è difficile imbattersi anche in quei piatti che poggiano su abitudini meno note e più localistiche come i missoltini del lago di Como con polenta e olio extravergine d’oliva di Perledo, il guanciale di vitello all’olio con polenta (parente stretto del manzo all’olio di Rovato, nel bresciano) o la zuppa di castagne e porcini al vino rosso. In omaggio alla propria terra d’origine ecco l’ottima parmigiana di zucchine e mozzarella di bufala o le trenette con cipollotto e acciughe sottolio. Lumache e foie gras fanno parte dei classici internazionali. A Nicoletta è affidato il compito di comporre i dolci. Magico il tortino soffice di cioccolato con crema inglese; da encomio il semifreddo all’arancia.

Cosa si beve

Il sodalizio nasce nell’enoteca di Nicoletta. Va da sé: competente cantina, ampia scelta e puntuale abbinamento con i piatti proposti. Ben fornita la selezione di distillati, tra cui calvados, rum e whisky.

Fiore all'occhiello

L’origine della materia prima viene esplicitata nel menu. Buona pratica che, se adottata dai tuoi colleghi, permetterebbe a noi consumatori di conoscere cosa davvero arriva nel proprio piatto. Bravo Matteo!!!

Titolare:
Nicoletta Rossi e Matteo Scibilia

Chef:
Matteo Scibilia

Maitre:
Nicoletta Rossi

Apertura:
diurna e serale

Chiusura:
domenica sera

Ferie:
variabili

Coperti:
50

Parcheggio:
sì, accanto al locale

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte tranne Diners Club

Prezzo medio:

Come arrivare

dal casello di Cavenago sulla A4, si prosegue verso Ornago per meno di 2 km. Il locale si trova sulla sinistra, ad un incrocio semaforico.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»