Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Resentin  0

Via Mercato, 24
20121 Milano MI
tel. 02 875923
[email protected]
www.resentin.it

Resentin

È l’anno della guerra, il 1940, quando Gabriele Secco Rozzoni, affascinante steward su navi di lusso, apre in una zona popolare di artisti e case di tolleranza, Brera, il caffè Gabriele. Dentro, una babele di quadri inchiodati ai soffitti oltre che alle pareti, sovrastanti i tavoli dove gli avventori discutevano di arte. Come in altri locali, anche qui era consentito, quando il conto in sospeso si faceva troppo lungo, il baratto dei quadri con il cibo. Per rafforzare il legame del locale con l’arte, negli anni Sessanta nel locale i giovani pittori presentano al pub
blico le proprie opere affiancati da
due critici d’arte. Atelier di avanguardie il Resentin lo è ancora,
visto che nella sala da pranzo prin
cipale, raccolta e da cui traspare il
gusto per l’art déco, non mancano
opere di giovani artisti in esposizione. La recente ed accurata remise en forme del locale, durante il periodo di proprietà del noto cantante Eros Ramazzotti, ha dato nuovo smalto all’illuminazione ed alle suppellettili, dando vita ad un ambiente sobrio e accattivante pur mantenendo il parquet, le fotografie in bianco e nero e la gigante bottigliera che funge da specchio. Resentin è anche bistrot attivo dalle colazioni alla cena e Locanda con quattro eleganti suite al primo piano, disponibili di ogni comfort per permettere ai clienti un meritato riposo nel dopocena.

Cosa si mangia

Rotazione sovente del menu per una cucina estroversa e in rapida evoluzione. Il piatto più richiesto rimane la cotoletta alla milanese (con ricetta originale, tengono a sottolineare dai fornelli) seguito dall’ossobuco. Esclusivamente tradizione meneghina, quindi? Neanche per sogno. Dalla tartare di manzo con burrata, insalata e tartufo ai paccheri al pesto di mandorle si capisce che l’obiettivo è di interpretare le tendenze in atto dando l’opportunità ai clienti di assaporare materie prime il più possibile genuine e senza troppe manipolazioni. In questa logica si possono trovare negli antipasti i filetti di acciughe giganti con burro e pane tostato, il filetto di manzo al rosmarino o i totani scottati al vino bianco con verdure croccanti. Nelle serate a tema si esprime meglio il cuore milanese del locale: casöla, cotechino e trippa. A termine dell’esperienza culinaria bisognerà fare onore al nome del locale. In lingua lombardo-veneta resentare è sciacquare. La grappa -qualificata la scelta di quelle presenti- servirà per il Resentin della tazzina dove si è preso il caffè, esaltandone il profumo.

Cosa si beve

La volontà espressa nella carta dei vini è quella di rappresentare un’altra Italia, meno nota, ma estremamente qualificata. Alcune interessanti etichette ci indicano la via con scrupolo.

Fiore all'occhiello

Grandi schermi televisivi animano la sala da pranzo con le immagini rubate dalla cucina, per conoscere i dettagli nella preparazione dei piatti.

Titolare:
Aroma S.R.L.


Chef:
Pasqualino Perrone

Maitre:

Apertura:
pranzo e cena.


Chiusura:
non prevista

Ferie:
10 giorni in agosto.


Coperti:
55

Parcheggio:
no

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:

Come arrivare

fermata Lanza M2.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»