Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Rovello18  0

Via Tivoli, 2
20121 Milano MI
tel. 02 72093709
[email protected]
www.rovello18.com

Rovello18

Via Rovello 18. È lì che Cinzia Rossi ricevette i primi importanti riconoscimenti a livello nazionale per la sua cucina fatta di ricercate materie prime. E il ristorante-trattoria dai tratti eleganti porta ancora il nome di Rovello 18 benché dal febbraio 2013 abbia trovato dislocazione poco distante, sempre a pochi passi dal centro. L’essenzialità dell’ambiente è rimasta la stessa: seggiole semplici e quasi esili come nelle trattorie d’un tempo, tavoli in legno scuro finemente arredati da un tovagliato raffinato e signorile. Rovello 18 possiede insomma il
fascino d’una casa al cui interno i
tempi e le abitudini si sono arre-
stati a decenni andati anche se
i negozi e gli uffici che rendono
modaiolo il polo della città, tecnologico e manageriale, è a pochi
passi, con i suoi ritmi e i suoi costi.
Protagonisti indiscussi, oltre alla cura della materia prima, restano Cinzia e Michele “Oste” e chef dal gusto ricercato e raffinato. Colpiscono i loro modi, schietti e appassionati, e la cura di un servizio impeccabile. Dall’esterno le vetrine fanno intravvedere i pochi tavoli, le casse dei pregiatissimi vini ed il tavolone del piano terra, dove una protagonista e gigante lavagna al muro fa da padrona accogliendo gli avventori con le proposte enoiche della settimana; sopra, la sala è intima, accogliente e calda, sensazione data dai tavoli ben raccolti l’uno accanto all’altro.

Cosa si mangia

Il menu riporta almeno una quarantina di proposte e la sua scrittura a mano trasmette un’idea di familiarità e affetto. Le frequenti modifiche nella lista delle vivande segue l’incedere delle stagioni e riporta alle migliori esperienze produttive presenti sul mercato. Nulla è lasciato al caso nella scelta delle materie prime. A partire dagli antipasti, con i migliori produttori dei salumi della tradizione padana e le migliori provenienze per le verdure: Carmagnola per i peperoni, Cervere per i porri, Sorana per i fagioli. Poi le forniture delle carni da parte di uno dei guru del settore, la macelleria Cazzamali da Romanengo, sino al caffè di Gianni Frasi, il torrefattore visionario. Fatte tali premesse, le preparazioni celebrano gli elementi che le compongono: per ciascun ingrediente si trova l’adeguata misura adatta ad esaltare una materia prima tanto apprezzabile. Indimenticabili bolliti, salse e arrosti mentre tutte le paste vengono rigorosamente preparate in casa, come i dolci, segno di inequivocabile cura.

Cosa si beve

La cantina si sviluppa intorno al desiderio di proporre il meglio del mercato, con un occhio di riguardo ai vini biologici e naturali. Le grandi etichette e le grandi annate, quelle che i cultori del vino sognerebbero di aprire almeno una volta nella vita, si trovano adagiate nel caveau del ristorante. Alcune etichette francesi completano la proposta italica, di per sé interessante.

Fiore all'occhiello

La preparazione e la cortesia di Cinzia Rossi sono il corollario indispensabile all’armonia che viene generata dal consumare un pasto in un ambiente accogliente, caldo e familiare affidato alle materie prime di grande valore che caratterizzano il locale.

Titolare:
Cinzia Rossi


Chef:
Michele De Liguoro


Maitre:

Apertura:
a pranzo e cena


Chiusura:
domenica a pranzo

Ferie:
una settimana in agosto

Coperti:
80

Parcheggio:
no

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:

Come arrivare

Lanza M2 oppure fermata ATM Linea 14 Lanza.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

«Advertisement»