Chiudi

Questa sezione sarà disponibile a breve

Se vuoi essere avvisato quando sarà attiva, iscriviti alla newsletter.


Vecchia Fornace  0

Via Sant’Agostino, 170
22066 Mariano Comense CO
tel. 031 751461
[email protected]
www.trattoriavecchiafornace.it

Vecchia Fornace

La Trattoria Vecchia Fornace nasce da un’idea di Patrizia Cairoli e dei fratelli Fusari, con l’intento di proseguire la tradizione di famiglia iniziata ai tempi della bisnonna che aveva un ristorante accanto alla fornace Fusari, l’Osteria Fusari, un luogo dove gli operai potevamo mangiare durante la pausa di lavoro e trovare un attimo di relax. Costruita dove un tempo si facevano asciugare i mattoni prodotti nella fabbrica accanto, la Trattoria Vecchia Fornace è un luogo ospitale ed estremamente accogliente, un luogo dove sentirsi a proprio agio
 sia tra amici che in coppia. L’ampia 
sala centrale dotata di camino e di
un piccolo soppalco, è caratterizzata da spazi ariosi e da un arredamento rustico, dove l’arte povera
e i materiali grezzi concorrono a
creare un’atmosfera pacata, cor
diale ed ospitale. Lontana dal rumore di grandi strade e del traffico cittadino la Trattoria Vecchia Fornace è un luogo ideale per passare una serata in compagnia, prendendosi il tempo necessario per assaporare i piatti di “una volta” e concedersi una pausa di piacere. Le continue nuove proposte del menu e della cantina rendono questo luogo una continua affascinante scoperta di sapori e profumi, un progressivo cammino alla scoperta di tradizioni ed eccellenze del territorio limitrofo.

Cosa si mangia

La Trattoria Vecchia Fornace è il luogo dove le tradizioni più radicate legate al territorio incontrano le mani abili e creative dei due giovani chef Giacomo e Luca, che realizzano piatti antichi e moderni allo stesso tempo. Dagli antipasti ai dolci i prodotti utilizzati provengono sempre da piccole aziende limitrofe per assicurare sempre la qualità e la freschezza, cardini della cucina della Vecchia Fornace. Prodotti a Chilometro Zero e eccellenze del territorio rendono esperienze soddisfacenti e inebrianti piatti come la sfogliatina alle verdurine con salsa di parmigiano, la vellutata di patate e porri con dadolata di cotechino sfumato al marsala, oppure gli agnolotti di patate e salsiccia con briciole di luganiga al vino rosso su salsa allo zafferano o le tagliatelle di grano saraceno con porcini e gamberi alla carbonara. La Trattoria Vecchia Fornace propone anche ottime carni come il filetto di maialino con vino di fichi o il filetto di manzo con porcini trifolati e formaggio di valle. Non mancano ottimi piatti a base di pesce.

Cosa si beve

La cantina della Trattoria Vecchia Fornace punta molto di più alla qualità che alla quantità: circa cinquanta etichette, la maggior parte italiane, del Nord con qualche nome del meridione. L’estero è rappresentato dalle bollicine: champagne per le grandi occasioni renderanno frizzante una cena speciale.

Fiore all'occhiello

La Trattoria Vecchia Fornace offre tre menu degustazione con un occhio particolare di riguardo alla cucina vegetariana: l’esaltazione delle materie prime emerge con prepotenza in questo menu, interessante anche per chi non segue la filosofia alimentare vegetariana.

Titolare:
Patrizia Cairoli e Famiglia Fusari

Chef:
Giacomo Alberti, Luca Allevi

Maitre:

Apertura:
tutti i giorni

Chiusura:

Ferie:
3 o 4 giorni ad agosto

Coperti:
60 all’interno, 20 all’esterno solo nel periodo estivo

Parcheggio:

Struttura accessibile:

Accoglienza animali:

Carte di credito:
tutte

Prezzo medio:
35 euro vini inclusi

Come arrivare

Provenendo da Milano in auto: percorrere la Milano-Meda e uscire a Lentate Sud. Immettersi sulla SS dei Giovi. Al 2° semaforo dopo circa un chilometro, svoltare a destra alla rotonda, immettersi sulla SS Novedratese, alla seconda rotonda a destra, seguire le indicazioni per Meda. All’incrocio delle 4 strade svoltare a sinistra, proseguire per 800m.

Comments are closed.

Nelle vicinanze

  • Non si può parlare del Grillo senza raccontare di Patrizia Sibona e Antonio Sironi. Patrizia cresciuta in una famiglia di piemontesi e veneti, Antonio, con la nonna emiliana e il nonno lombardo »»

  • Stazza, sorriso e simpatia. Sono le tre S che accompagnano la grande cucina di Mauro Elli, lombardo, dalla grande esperienza tra i fornelli anche internazionali. Il locale è un piccolo ambiente raccolto, grazioso e confortevole, molto ben curato »»

  • Bellagio è oggi meta turistica internazionale. Hanno contribuito al suo successo nomi noti dello spettacolo e della politica, folgorati dalla bellezza del paesaggio e dalla bontà delle sue tavole. Il Ristorante Salice Blu nasce nel 1973 quando ancora quel turismo era in gestazione »»

  • È bello accomodarsi ai tavoli della Locanda del Notaio in tutte le stagioni dell’anno a cavallo tra il lago di Como ed il lago di Lugano. In estate per merito della brezza che sbuffa quassù ai quasi mille metri di altitudine »»

  • Chissà se questa è Italia. Le automobili sono parcheggiate con cura, nessun rumore inutile e molesto, una calma che ricorda regole e comportamenti collettivi civili. »»

«Advertisement»